Fermati e riposa

Come si fa ad essere felici se si è sempre in movimento, presi da mille impegni e cose da fare? C’è chi volutamente riempie le proprie giornate, senza mettere in conto momenti di riposo: questo fa sentire vivi, attivi… ma è la realtà?

Fermarsi significa ricaricarsi, ascoltarsi, far emergere pensieri ed emozioni, connettersi con se stessi. Come si può fare tutto questo se si è sempre in movimento? O forse si decide di essere sempre in movimento proprio per non affrontare tutto questo?

Una riflessione importante è cosa significa riposarsi. Molti pensano che sia guardare la tv, navigare in internet, interagire sui social… possono sembrare momenti di riposo, ma non lo sono. Sono diversivi, sono un momento di riposo fisico, ma non tutto ciò che dicevamo prima: ricarica, ascolto di se, connessione.

Cosa senti che ti ricarica? In quali momenti riesci ad ascoltarti? A cosa porta questo ascolto? Non abbiate timore di fermarvi, di ascoltarvi, di non fare nulla: è il momento in cui potete essere più in contatto con voi stessi.

Autore:

Psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato. Mi occupo di: coppie, adulti, famiglie, bambini ed adolescenti. Ansia, attacchi di panico, depressione, supporto alla genitorialità, lutto, sostegno psicologico, tecniche di rilassamento, ipnosi genomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.