Sfida giorno 31: congratulati con te stesso e fatti un regalo

Siamo arrivati al termine del nostro mese dedicato al benessere psicofisico. Ci siamo messi alla prova, sperimentato cose nuove, cercato di cambiare abitudini…

La sfida di oggi consiste in due cose semplici, ma non scontate.

  1. congratulati con te stesso. Sei arrivato al termine del percorso, e anche se non hai sempre svolto tutte le sfide non importa. Hai letto gli articoli, hai riflettuto, ti sei messo in discussione. E questo vale un bel “Bravo”.
  2. fatti un regalo. Può essere qualsiasi cosa, materiale oppure no. Un regalo può essere prepararmi il mio piatto preferito, leggere un libro, andare in un negozio e comprare la prima cosa che mi piace e mi colpisce, sentire un amico. La parola d’ordine è GRATIFICARSI.

Sfida giorno 30: adotta una nuova abitudine

Il nostro percorso di benessere sta volgendo al termine… Abbiamo cercato di metterci alla prova, di cambiare le nostre abitudini, di provare cose nuove.

Come è andata? Cosa hai imparato?

La sfida di oggi consiste nell’adottare una nuova abitudine.

  • meditare 5 minuti la mattina prima di iniziare la giornata
  • prendere il tè, o il succo, al posto del caffè
  • ridurre gli zuccheri
  • fare una piccola passeggiata ogni giorno
  • ascoltare musica quando si torna a casa

Può essere qualsiasi cosa, questi sono solo esempi. La cosa importante è adottare una nuova abitudine che ti faccia star bene… a te la scelta.

Sfida giorno 29: annota qualcosa di bello che è successo

Pensiamo spesso a ciò che non va, ai problemi, alle difficoltà…

Nella sfida di oggi, invece, mettiamo l’accento sulle cose belle. A fine giornata prendi carta e penna e scrivo almeno una cosa bella che è successa durante la giornata.

  • mi ha scritto la mia amica
  • alla radio è passata la mia canzone preferita
  • mi hanno fatto un regalato
  • ho preparato il mio piatto preferito
  • mi hanno fatto un complimento
  • il mio cane stava male, ma sta guarendo

Può essere qualsiasi cosa, più piccola è e meglio è… O anche più di una.

Mettiamo l’accento, oggi, sulle cose belle.

Sfida giorno 28: guarda un video “sciocco”

Lavoro, impegni, doveri…In tutto questo dobbiamo tenere a mente la leggerezza, le risate, l’ironia…

E’ come se avessimo una bilancia e dovessimo tenerla in equilibrio. Più sono gli impegni, le cose “pesanti”, i pensieri, e più dobbiamo dedicare spazio ed energia alla leggerezza, alla gioia, alla spensieratezza e alle risate. Per riequilibrare il tutto.

La sfida di oggi consiste nel guardare un video sciocco. Uno di quei video che girano nel web, che ci fa ridere, che ci inoltrano gli amici, ma che non abbiamo tempo per guardare perché dobbiamo pensare ad altro, a cose serie… Oggi no: fermati a guardare il video che l’amico ti ha inviato, o cercane uno sul web e se ti va condividilo tu con gli amici. Fatti una risata e falla fare anche a loro.

Sfida giorno 27: passa una serata senza telefono

La tecnologia ci aiuta in moltissime cose, soprattutto nel recente periodo di lockdown ci ha permesso di restare in contatto con le persone a noi più care, anche se eravamo a distanza.

Ma dobbiamo ricordarci di utilizzarla con parsimonia…

Cosa ci “perdiamo” nel restare sempre connessi? Non seguiamo con attenzione un film che stiamo guardando, non ascoltiamo ciò che la persona vicino a noi ci sta dicendo e raccontando…perdiamo pezzi…

Nella sfida di oggi ti invito a passare una serata senza telefono. Mettilo in un’altra stanza, oppure disattiva i dati in modo da avere a disposizione solo la modalità chiamate per le emergenze… come occupi il tempo? Cosa noti di diverso, senza distrazioni?

Buona sfida.

Sfida giorno 26: dire di no a qualcosa

Riusciamo a dire no a qualcosa? Spesso rischiamo di dire si per non deludere gli altri, perché ci sentiamo in dovere, perché sembra brutto. Ma a che costo?

Immagina di avere un bagaglio di energia, pari al 100%. Come investi questa energia? Riesci a capire quando la stai esaurendo, e a fermarti prima?

Nel nostro percorso di benessere mensile è fondamentale imparare a tutelarci, a capire cosa vogliamo fare e quando. E’ bello essere generosi, aiutare l’altro, ma non a discapito di noi stessi.

Oggi, quindi, ti invito a dire no a qualcosa, qualsiasi cosa. Una piccola o grande richiesta da parte di qualcuno, una delega nei tuoi confronti.

Di fronte ad una richiesta prova a chiederti: “voglio fare questa cosa? quanto mi “costa”? Prenditi del tempo per valutare la richiesta e solo dopo dai la tua risposta…

Sfida giorno 25: elimina le cose negative

Per stare bene dobbiamo eliminare dalla nostra vita ciò che ci condiziona negativamente.

Quali sono queste cose negative?

  • l’abitudine del caffè se non mi fa dormire o mi crea agitazione
  • alcune “amicizie” sui social media (facebook, instagram, ecc)
  • persone che frequentiamo, ma che non ci fanno star bene e/o ci condizionano negativamente
  • quel determinato cibo che faccio fatica a digerire e mi fa sentire pesante.

E’ negativo ciò che non ci fa stare bene. Può essere qualsiasi cosa.

Nel nostro percorso di benessere dobbiamo prestare attenzione a ciò che ci condiziona, in positivo come in negativo. A volte abbiamo abitudini che dovremmo cambiare, cose che potevano andare bene in passato, ma che ora non vanno più bene.

Dobbiamo essere pronti a cambiare, per il nostro bene.

Sfida giorno 24: compra una piantina e prenditi cura di lei

Chi mi conosce sa che amo piante e fiori, ma che purtroppo non sono dotata del famoso pollice verde!

“Il momento migliore per piantare un albero era 20 anni fa. Il secondo miglior momento è ora” (proverbio cinese).

Nel nostro percorso di benessere stiamo cercando, e imparando, a prenderci cura di noi stessi. Spesso ci viene più facile farlo con qualcun altro o con oggetti.

Oggi vi propongo di prendervi cura di una piantina. Andate in un vivaio, scegliete d’istinto la pianta che più attira la vostra attenzione. Portatela a casa, documentatevi, cercate di capire cosa le serve per stare bene. Prendetevi cura di lei, giorno dopo giorno.

Questa cura è la stessa che dovreste avere nei vostri confronti. Giorno dopo giorno prenditi cura di te, con piccoli gesti..

Non basta dare un pò di acqua ogni tanto…servono cura e attenzioni costanti.

Sfida giorno 23: concediti il tuo piatto preferito

” Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene” Virginia Woolf.

Spesso il rapporto con il cibo finisce per essere turbolento, altalenante, conflittuale. Il cibo, però, è ciò che ci consente di avere energia, forza, lucidità, è il motore delle nostre energie, è colui che fa lavorare la nostra macchina.

Nella sfida di oggi ti propongo di concederti il tuo piatto preferito!

Cibo significa gratificazione, coccola, ci aiuta ad attivare i nostri sensi.

La sfida consiste nello scegliere il tuo piatto preferito e concedertelo: puoi prepararlo tu, condividerlo con qualcuno, andare al ristorante. Via la parola dieta, restrizione, questo non si può: in queste sfide impara a concederti ciò che vuoi e di cui hai bisogno, per il tuo benessere fisico e mentale.

Ricorda che non è il tipo di cibo a far male, ma la sua quantità…

Buon pasto.

Sfida giorno 22: faccia a faccia con la tua famiglia

Abbiamo parlato spesso di relazioni e di amicizie, ma non possiamo dimenticare la famiglia.

Nella sfida di oggi ti invito ad un “faccia a faccia” con la tua famiglia. Vedersi dal vivo, (o una videochiamata se questo non è possibile), organizzare una cena, una colazione, una passeggiata insieme.

Le relazioni sono importanti, come è importante coltivarle con piccoli gesti sempre presenti nel tempo.

Che cos’è la famiglia? Non è solo quella di origine: genitori, nonni, zii. La famiglia può essere quella acquisita con un matrimonio e/o una relazione, può essere quella con persone incontrate nel nostro cammino, anche se non condividiamo con loro legami di sangue.

La famiglia è dove ci sentiamo a casa.