Il segno della quarantena: come reagiamo agli eventi negativi

inCollage_20200513_143202004

Cosa hai imparato da questa quarantena forzata? Come l’hai vissuta? Questo dice molto di te, del tuo modo di vivere gli imprevisti della vita, di affrontare le avversità. Ogni evento che affrontiamo, bello o brutto che sia, lascia un segno. A volte non sono gli eventi in se ad essere positivi o negativi, a lasciare su di noi strascichi positivi o negativi, quanto come noi stessi affrontiamo determinate situazioni. Prendiamo come esempio la situazione di quarantena che tutti noi abbiamo affrontato (quarantena per modo di dire, sono diventati, ormai, due mesi). E’ una situazione che nessuno di noi ha scelto di vivere, ci è stata imposta, in primis per la nostra stessa salute e tutela. Tutti, quindi, abbiamo vissuto la stessa situazione, ma non per questo l’abbiamo vissuta allo stesso modo. C’è chi l’ha vissuta come una prigione, vedendosi limitato nelle proprie libertà e abitudini. Chi ha approfittato di questo momento di stop per dedicarsi a se stesso, alle proprie passioni, avendo più tempo a disposizione.

Come vedete la situazione di partenza è la stessa, ma cambia il modo in cui la viviamo.

Se mi trovo incastrato in una decisione che non ho preso io, ho due possibilità: 

  • cercare di contrastarla in tutti i modi, impiegando le mie energie in questo
  • cercare di trarre il meglio da questa situazione, capendo cosa posso trarre da essa di positivo per me.

A queste due opzioni appartengono sentimenti ed emozioni differenti:

  • sforzo, frustrazione, nervosismo, rabbia nel primo caso
  • leggerezza, speranza, fiducia, scoperta nel secondo caso.

E tu, come hai affrontato la quarantena?

Ti piace il modo in cui l’hai affrontata? Bene, ti sarà di insegnamento per affrontare le sfide della vita, e potrai fare riferimento a questo episodio per ricordare a te stesso le risorse che hai utilizzato.

Non ti è piaciuto? Va bene, puoi cambiare il tuo modo di fare. Probabilmente hai reagito anziché rispondere alla situazione. Cosa significa? Reagiamo quando agiamo d’impulso,seguendo i nostri schemi d’azione che solitamente utilizziamo di fronte alle situazioni. Rispondiamo quando valutiamo la situazione e decidiamo come voler rispondere ad essa. La prossima volta che ti trovi ad affrontare una situazione che scatena in te quei sentimenti (frustrazione, rabbia, oppressione) fermati un attimo, respira, e chiediti: che alternative ho per affrontare questa situazione e per non provare più queste emozioni negative? Mettiti alla prova sperimentando reazioni alternative. Puoi prendere esempio dalle persone intorno a te. Come reagiscono loro di fronte alle difficoltà? Prendi come esempio una persona che ammiri ed ispirati a lei quando sperimenti una risposta alternativa alle situazioni difficili.

Autore:

Psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato. Mi occupo di: coppie, adulti, famiglie, bambini ed adolescenti. Ansia, attacchi di panico, depressione, supporto alla genitorialità, lutto, sostegno psicologico, tecniche di rilassamento, ipnosi genomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.