Il tempo trascurato è un tempo perduto: viviamo il presente

thumbnail

“Ci sono alcuni che non vivono la vita presente, ma si preparano con molta ansia come se dovessero vivere un’altra vita misteriosa, non quella presente: intanto il tempo trascurato è perduto”.

Oggi parto da questa frase di Antifonte, filosofo e drammaturgo greco antico. Come mai questa frase? Cosa significa? Questa quarantena ci sta mettendo in una condizione di fermo, di stop. Abituati a fare, a correre, a costruire, a non avere tempo. Nel momento in cui ci si ferma ci si rende conto che forse non era quella la vera vita. Dove stavo correndo? Quale altra vita misteriosa stavo vivendo?

Nel fermarsi risiede un grande dono: si fanno i conti con molte cose, ci sono domande a cui rispondere. In questo correre della vita quotidiana, quella di prima, si nasconde una grande insidia, quella di non vivere il momento presente. Se sono indaffarato, occupato, preso da tante cose, come posso vivere il presente? Il famoso “non avere tempo”: ora che quel tempo c’è, cosa voglio fare? E’ un epoca di ansie, di paure, di panico. Ma dietro a questo ventaglio di emozioni si nasconde l’illusione di creare una vita futura, di raggiungere chissà quale obiettivo. Ma ora, adesso, come sto? Che vita sto vivendo?

Questo fermarci, forzatamente, dovrebbe farci riflettere sul valore del nostro tempo. Come ho impiegato il mio tempo fino ad ora? Come voglio impiegarlo nelle prossime ore, nei prossimi giorni, d’ora in avanti? Queste 24 ore giornaliere sembrano cosi lunghe adesso…Affinché questo non sia un tempo perduto, decidiamo come volerlo impiegare.

Facciamo si che il tempo a nostra disposizione sia un tempo pieno, vissuto. Emozioni, sensazioni, relazioni, passatempi, doveri (lavoro, vita domestica): riempiamolo, affinchè questo ci faccia sentire vivi e presenti a noi stessi.

Per vivere il presente, giorno dopo giorno. Io vivo ora, qui. Domani è un altro giorno.

Autore:

Psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato. Mi occupo di: coppie, adulti, famiglie, bambini ed adolescenti. Ansia, attacchi di panico, depressione, supporto alla genitorialità, lutto, sostegno psicologico, tecniche di rilassamento, ipnosi genomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.