Quarantena e alimentazione: il diario alimentare

inCollage_20200318_124554859

Bisogna stare a casa, questo è chiaro a tutti (o quasi!). E cosa si fa a casa? Come si occupa tutto il tempo a disposizione? Si mangia! Eh già, ma attenzione. Si, perché questo dover stare in casa  rischia di creare, o accentuare, un rapporto poco equilibrato con il cibo. Supermercati presi d’assalto come se dovessero chiudere da un momento all’altro, foto pubblicate sui social di pizze e torte fatte in casa. Come questo periodo di quarantena può influire sulla nostra alimentazione? Dipende da noi.

Che rapporto abbiamo con il cibo?  Di cosa siamo realmente affamati?

Il cibo nasce per nutrire il nostro corpo, un pò come quando finiamo la benzina alla macchina e andiamo a fare il pieno: quella benzina serve alla macchina per camminare. E la stessa cosa dovrebbe fare il cibo per il nostro corpo, dare i giusti nutrienti di cui ha bisogno per permetterci di fare (camminare, correre, avere le energie necessarie). E’ un cibo che nutre corpo e mente. E le emozioni? Loro centrano eccome! Spesso il cibo rischia di diventare un paliativo, un rifugio, a ciò che sentiamo. Per non sentire, per reagire a quell’emozione, o per non reagire a quell’emozione e non sentire. Ecco allora che il cibo rischia di diventare la risposta.

Ti propongo un esercizio, il diario alimentare. Stampa l’allegato che trovi di seguito, potrà aiutarti a registrare le varie informazioni. In questi giorni prova a compilare le varie voci del diario: dove sei, con chi sei, cosa hai mangiato (colazione, pranzo, cena e spuntini). Appunta anche le emozioni, i pensieri e le sensazioni (gonfiore, pesantezza, pancia che brontola. Ti aiuterà a riconoscere i vari segnali del corpo legati all’alimentazione).Ti aiuterà a farti un’idea di cosa mangi, in quali momenti tendi a mangiare di più in base alle varie fasi della giornata e alle persone presenti.

Partiamo dalla consapevolezza per porci poi un obiettivo da raggiungere.

diario alimentare

Per avere maggiori informazioni sul percorso di mindful eating (alimentazione consapevole) visita la mia pagina (valentinamelilli.blog) o contattami! Il pecorso, ora, è anche online (via skype)

Dott.ssa Valentina Melilli

340 4973544

valentina.melilli@libero.it

Autore:

Psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato. Mi occupo di: coppie, adulti, famiglie, bambini ed adolescenti. Ansia, attacchi di panico, depressione, supporto alla genitorialità, lutto, sostegno psicologico, tecniche di rilassamento, ipnosi genomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.