Imparare ad accettare: non piangersi addosso e affrontare le sfide

Accettazione. Spesso questo termine viene confuso con rassegnazione, ma sono due cose diverse. Se io accetto una situazione,una sensazione,un qualcosa, semplicemente ammetto che questa c’é, che esiste. Accettare mi permette di focalizzarmi sul passaggio successivo: cosa posso fare io rispetto a questa cosa? Rassegnarsi, invece, significa avere la sensazione di non poter fare nulla. Ma questo non ê vero, mai! Abbiamo sempre una possibilità di scelta, in qualsiasi situazione. Anche di fronte ad una malattia, ad esempio. Possiamo affrontarla giorno per giorno, combattendo, vivendo, o possiamo piangerci addosso, chiedendoci perché sia capitato proprio a noi! Vedete come queste due reazioni portino a conseguenze molto diverse. Il fatto di base é lo stesso, ma ciò che cambia nelle situazioni é il modo in cui le viviamo. Proviamo a non piangerci addosso, questa é una modalità che ci blocca. Accettare una situazione e chiederci cosa noi possiamo fare per affrontarla, invece , é tutta un’altra questione. Pensiamo di farcela, di poterci rimboccare le maniche e affrontare le situazioni?

Autore:

Psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato. Mi occupo di: coppie, adulti, famiglie, bambini ed adolescenti. Ansia, attacchi di panico, depressione, supporto alla genitorialità, lutto, sostegno psicologico, tecniche di rilassamento, ipnosi genomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.