Come affrontare le sfide che la vita ci pone

La cosa peggiore non è cadere, bensì non rialzarsi e giacere nella polvere.
(Paulo Coelho)

rialzarsi

Quante volte, nel corso della nostra vita, ci è capitato di trovarci di fronte a delle sfide da affrontare. Alcune per nostra scelta, altre invece ce le troviamo lungo il nostro cammino. Difficoltà, problemi, pensieri, cose che a volte ci sembrano più grandi di noi, che sembrano schiacciarci sotto il loro peso, rendendoci inermi. E allora la paura, lo sconforto, la desolazione rischiano di prendere il sopravvento, di offuscare la nostra mente e di non permetterci di vedere lucidamente la situazione e di attingere alle nostre risorse per affrontarla al meglio. Quando ci sentiamo sovrastati dalle nostre emozioni occorre fermarsi un attimo e prendersi una pausa: cosa sta succedendo? Che effetto sta avendo su di me questa situazione che sto vivendo? Lasciamo che le emozioni fluiscano, sarebbe inutile cercare di contrastarle…Ascoltiamoci, anche se vorremmo allontanare da noi queste sensazioni spiacevoli. Fa parte della vita, le delusioni arrivano, a volte senza preavviso e senza avere la possibilità di essere preparati per poterle fronteggiare al meglio. Vorremmo magari dare un’alzata di spalle, far finta che quello che accade intorno a noi non è importante, che non ci tocca, ci lascia indifferenti…ma non è cosi. Ascoltiamo, allora, le nostre emozioni e le nostre sensazioni…un nodo alla gola, la stanchezza, il pianto, le urla, la delusione, la fatica che di colpo si fa sentire. Siamo umani, non possiamo aspettarci di essere sempre al meglio e di riuscire a fronteggiare tutto senza segni di cedimento. Accogliamo questa nuova sensazione, diamo libero sfogo a ciò che proviamo, sia con noi stessi che con qualcuno a noi vicino pronto a sostenerci. Questo “ascolto” ci darà una via di sfogo, un momento in cui ci concediamo di non essere al top, di non avere tutto sotto controllo, di non poter gestire tutto ciò che accade nella nostra vita.

E poi, come rialzarsi? Facendo leva sulle nostre risorse! E’ importante, in questi casi, avere bene in mente quali sono i nostri punti di forza, sia interni (relativi alle nostre risorse), sia esterni (facendo leva sui punti di riferimento che abbiamo al nostro fianco). Quali sono le nostre risorse?L’ironia, il coraggio, la tenacia, la determinazione, ma anche la capacità di chiedere aiuto. Si, perchè la forza, in questi casi, sta nell’accettare che non ce la facciamo, che abbiamo bisogno di qualcuno che ci aiuti in questo preciso momento del nostro cammino. Un amico, un marito, un familiare, o anche un terapeuta. Questo non è un segno di debolezza, ma è sinonimo di volersi bene, di voler star bene e di accettare la situazione che si sta vivendo, pur volendola modificare con tutte le proprie forze.

Cadere, si, ma decidere di non rimanere nella polvere, ma di rialzarsi più consapevoli e forti di prima.

Dott.ssa Valentina Melilli

Psicologa Psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato

340 4973544

valentina.melilli@libero.it

 

Autore:

Psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato. Mi occupo di: coppie, adulti, famiglie, bambini ed adolescenti. Ansia, attacchi di panico, depressione, supporto alla genitorialità, lutto, sostegno psicologico, tecniche di rilassamento, ipnosi genomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.