Il futuro dipende da ciò che facciamo nel presente

Quante volte è vi capitato di pensare al futuro? Come sarà, come sarete, se avrete raggiunto i vostri obiettivi, se sarete felici…E quante volte vi capita di fare sacrifici per il futuro, per costruire qualcosa che poi un giorno si realizzerà, che vedrete concretizzato e vi permetterà finalmente di godervi la vostra meritata felicità?

Ma cosa succede mentre siamo indaffarati nella ricerca di tutto questo? Che fine fa il nostro presente?  C’è la fretta, il correre, il non potersi permettere un attimo di riposo, il non godere delle piccole cose perché siamo impegnati a pensare a cosa potremmo fare in quel momento libero, quanto tempo stiamo “perdendo” e a come avremmo potuto gestirlo meglio. Che prezzo stiamo pagando, che fine fanno le piccole cose quotidiane? E quante emozioni piacevoli ci sfuggono di mano?

Ogni momento vissuto racchiude in sé la possibilità di renderci felici, di regalarci emozioni, di farci sentire vivi. Il sorriso di chi incontriamo, un fiore raccolto, il tempo passato con chi amiamo, il mettersi in contatto con chi ci troviamo di fronte, fare ciò che veramente ci rende sereni senza sentirsi in colpa o pensare a ciò che avremmo potuto fare in quel momento. Perché? Perché è ciò che realmente ci piace e ci fa stare bene.

Cosa ci auguriamo per il futuro? Io credo principalmente la felicità. Non sarà il lavoro migliore, o la casa più grande, o l’avere figli, o il vederli sistemati e felici. No. La felicità la costruiamo noi,  non pensandola come obiettivo futuro vincolato a cose materiali o ad obiettivi raggiunti, ma vivendola ora, nel presente.

Non ci sarà il momento migliore per fare le cose, facciamole adesso. Non ci sarà qualcuno che farà la cose per noi, rimbocchiamoci le mani e rendiamoci attivi nel costruire le basi per gli obiettivi che vogliamo raggiungere. Spesso ci si concentra su ciò che non si ha: quando troverò un lavoro migliore starò meglio, quando avrò un fidanzato sarò completa, quando avrò dei figli sarò realizzata. Non possiamo vincolare la nostra soddisfazione e serenità a qualcosa fuori da noi: siamo noi stessi a decidere come vivere la nostra vita. Per costruire il futuro che vogliamo bisogna partire da noi, chi siamo, cosa vogliamo e come viviamo il presente per mettere le basi del nostro futuro.

Cosa facciamo per il nostro presente? Come lo viviamo? Proviamo a partire da qui.

     1097971_506004696148954_1384828656_n

Autore:

Psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato. Mi occupo di: coppie, adulti, famiglie, bambini ed adolescenti. Ansia, attacchi di panico, depressione, supporto alla genitorialità, lutto, sostegno psicologico, tecniche di rilassamento, ipnosi genomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.